ROSSO ISTAMBUL






Deniz Soysal, regista turco di fama internazionale, affida le bozze del libro che sta per ultimare a un suo concittadino trasferitosi a Londra, perché gli faccia da editor. Orhan Sahin, questo il suo nome, ritorna quindi dopo vent'anni di volontaria assenza a Istanbul, la città che aveva lasciato seppellendo ricordi e ambizioni: ma nell'albergo che aveva prenotato, Orhan non arriverà mai: Deniz ha deciso di ospitarlo nella sua villa che affaccia sulla riva asiatica del Bosforo, dove vive con la madre, un fratello e alcune persone della servitù. Orhan cerca di concordare con Deniz una scaletta di lavoro, ma a quest'ultimo preme di fargli conoscere dal vivo i personaggi che ha descritto, in maniera più o meno romanzata, nel libro che sta preparando. Uno alla volta, appaiono sullo schermo l'anziana ma affascinante madre del regista, la bellissima e misteriosa Neval, da sempre sua amica del cuore, uno dei suoi vecchi amanti che organizza un ricevimento in un grattacielo con vista mozzafiato sulla città, un fratello pittore fallito.
Con la complicità di una bottiglia di vodka, una sera Deniz e Orhan si ritrovano all'esterno della villa a chiacchierare scambiandosi ricordi e confidenze, emozioni e punti di vista ma Orhan, non più abituato all'alcool, ben presto si assopisce e si risveglia la mattina dopo da solo. A colazione ritrova i personaggi che ha conosciuto, manca solo Deniz che sembra scomparso nel nulla, senza lasciare nessun avviso. In seguito alla scomparsa di Deniz, Orhan si trova progressivamente ma inesorabilmente coinvolto nella vita del regista, e i protagonisti del libro incompiuto entrano prepotentemente nella sua vita; quasi intrappolato nella vita dell'altro, Orhan finisce per riscoprire sentimenti che credeva morti per sempre. Il film presenta una narrazione lenta in un'atmosfera rarefatta e quasi onirica, sebbene siano presenti anche scene di grande tensione emotiva....

https://www.fembed.com/v/ee4y7i-e603j1ly

Commenti

Post popolari in questo blog

SOLAMENTE TU/SADENCE SEN